CALENDARIO

20/02/2024
Convegno online
20/02/2024 - Convegno online
La Due Diligence ESG

Il processo di integrazione degli obiettivi ESG nell’attività d'impresa ha messo in evidenza la necessità di una metrica unica e condivisa sulle modalità di acquisizione ed elaborazione dei dati e sottolineato il ruolo determinante di data provider e data quality per garantire omogeneità, trasparenza e affidabilità dei rating ESG.
Un tema che ha visto il crescente intervento dell’Unione Europea nella definizione degli standard di rendicontazione e nella costruzione dell’attuale quadro regolamentare di riferimento, che sarà a breve ampliato dalla CSDD, la Direttiva sulla Corporate Sustainability Due Diligence.
Il prossimo incontro che CDV Conference dedica alla misurazione e dimostrazione del valore economico della sostenibilità in ambito Real Estate esamina le modalità di adattamento di benchmark e protocolli alle specificità dell’oggetto immobiliare allo scopo di delineare un modello condiviso di Due Diligence ESG, approfondisce le regole per la classificazione, gestione e valutazione del rischio di sostenibilità nelle decisioni di investimento e analizza la strutturazione del report di sostenibilità tra parametri obbligatori ed elementi discrezionali.
Particolare attenzione verrà inoltre dedicata al potenziale dell’Intelligenza Artificiale per l’analisi e l’integrazione dei dati ESG nella due diligence immobiliare e l’impiego di AI based software per automatizzare la raccolta dei dati, migliorare l'efficienza e la conformità normativa.

21/03/2024
Convegno online
21/03/2024 - Convegno online
Valorizzare con il Mixed Use

Early bird per le iscrizioni pervenute entro le ore 18:00 di venerdì 1° marzo 2024.

A livello di masterplan, il mixed use è la chiave per la creazione della “città a 15 minuti”; a livello del singolo edificio, l’integrazione delle funzioni contribuisce sia alla valorizzazione dell’immobile sia all’attivazione del tessuto sociale e urbano.
Anche se non può strutturalmente essere definito un’asset class, di fatto il mixed use rappresenta oggi una categoria immobiliare in grado di attrarre l’interesse di investitori, sviluppatori e, grazie all’impatto positivo sul tessuto urbano e sociale, dell’amministrazione pubblica.
Se all’inizio il retail ha giocato un ruolo determinante nella promozione di progetti mixed use, oggi il mix funzionale è molto più variegato, e vede coinvolte tutte le principali asset class urbane, dal direzionale all’hospitality, dalle diverse declinazioni del residenziale al leisure, fino allo sport e a salute e benessere.

Il potenziale del mixed use come strategia di riuso e valorizzazione è il tema al centro del convegno, nel corso del quale verranno esaminati i criteri di selezione del mix funzionale, le modalità di ricognizione delle esigenze del territorio e il ruolo della sperimentazione nel placemaking per il contenimento dei rischi.

Le ricadute dell’integrazione funzionale su oneri e adempimenti relativi a destinazione urbanistica, edilizia e catastale, il contributo degli edifici polifunzionali alla creazione di nuovi modelli urbani, il ruolo della sostenibilità come elemento qualificante dei progetti mixed use, l’accessibilità degli spazi come leva per la creazione di common grounds e il superamento delle destinazioni storicizzate per dare vita a edifici polifunzionali in connessione con la città sono tra i temi analizzati da operatori ed esperti.

Per offrirti la migliore esperienza di navigazione possibile, su questo sito utilizziamo dei cookie. Per maggiori informazioni clicca qui.
OK